Benvenuto nel mondo del coaching
e dello sviluppo personale!

Crescere e migliorarsi rappresenta uno dei bisogni superiori che tutti noi sentiamo la necessità di soddisfare.

La nostra missione è aiutarti a farlo offrendoti i migliori strumenti e metodologie oggi disponibili.
Programmi relativi a comunicazione, leadership, vendita, motivazione, autostima e eccellenza,
benessere e salute, ipnosi, coaching,
tecniche di memoria e lettura rapida,
PNL (Programmazione Neuro Linguistica), e molto altro.
Da noi troverai energia, esperienza, competenza e professionalità, ma soprattutto, ciò che ci contraddistingue da sempre: la nostra passione.

Crediamo nel valore umano e nelle sue immense risorse e quindi… crediamo in te!

Settembre: il mese ideale

Scritto da Franca Scuzzarella il 11 settembre 2012, in Dimagrire serenamente
Settembre e dimagrimento

L’argomento “dimagrimento” è quello che va della maggiore nei mesi precedenti le vacanze estive, vuoi per la fatidica “prova costume” che preoccupa la maggior parte delle donne (e degli uomini :-) ) vuoi perché l’industria del dimagrimento propone le ultime novità e allora la caccia al rimedio miracoloso si fa urgente.

Così si passano i mesi di preparazione alle vacanze in una situazione di grande stress, con diete a limitato apporto calorico, poca energia e vitalità.

Poi arriva Agosto e si parte, con l’idea di archiviare l’argomento dieta per poi ripensarci al nostro rientro. E adesso le vacanze estive ormai stanno volgendo al termine e Settembre è alle porte.

Settembre è un po’ come il primo giorno dell’anno: il mese dei buoni propositi. 

Durante le vacanze estive siamo tentati di sciogliere le briglie e abbandonarci un po’ all’improvvisazione, tralasciando pianificazione e intendimenti, per godere del  relax e staccare la spina dagli impegni.

Se questo vale per i nostri obiettivi in generale, ancor di più può valere rispetto al nostro obiettivo di ritornare in forma. Se le nostre nuove abitudini magari già tentate nei mesi precedenti non sono state ancora apprese a livello inconscio tanto da diventare il nuovo disco che gira in automatico, davanti ai succulenti buffet dell’hotel e le svariate portate del ristorantino super gettonato sul mare, resistere diventa “mission impossible”.

Ritornare a casa e riprendere in mano i nostri buoni propositi, pensando di lavorarci seriamente è la mossa vincente che possiamo fare, poiché questo momento dell’anno è quello in cui  abbiamo molte chance in più di perseguire il nostro obiettivo.

Per tre validi motivi:

  1. A Settembre siamo ritemprati dal periodo di vacanza, siamo riposati, ricaricati, pieni di voglia di fare a differenza dell’inizio anno che ci vede già stanchi e stressati per il periodo lavorativo alle spalle;
  2. A Settembre il tempo è ancora bello, le giornate sono ancora lunghe e ci sembra di poter fare più cose rispetto a Gennaio dove la giornata sembra finire alle 5 del pomeriggio;
  3. A Settembre abbiamo molte opportunità:

a) Fare più attività fisica: le palestre aprono le iscrizioni con gli abbonamenti in offerta, la natura che offre splendidi panorami dove poter fare walking, il caldo che non è più così intenso come i mesi precedenti e non è freddo come a Gennaio, che invoglia solo a stare al calduccio;

b) Avere un’alimentazione varia: i mercati rionali sono ancora pieni di frutta e verdura di stagione davvero varia, con cui potersi sbizzarrire e contenere le calorie a tavola in modo gustoso e variopinto;

c) Avere dei professionisti seri che propongono percorsi di supporto motivazionale a cui chiedere aiuto, se il timore è quello di non riuscire a mantenere alta la motivazione a lungo.                              

Dimagrire SerenaMente vuole essere una rubrica che ti aiuta a mantenere il focus puntato sul tuo obiettivo, proponendoti strumenti che la Programmazione Neurolinguistica offre.

E allora cosa ha di speciale questo modo nuovo di ritrovare la propria forma fisica senza avvalersi delle solite diete?

La novità principale di questo nuovo approccio è quello di aiutare le persone a cambiare quelle che sono le proprie abitudini, proprio quelle che portano a ricorrere al cibo non per fame vera ma per quella che viene chiamata fame emotiva

Le emozioni non hanno niente a che fare con lo stomaco ed è fondamentale imparare a gestire questi momenti senza ricorrere al cibo, altrimenti si rischia di vedere il cibo come un nemico mentre invece è indispensabile per la nostra sopravvivenza, oltre ovviamente a mettere su chili di troppo.

Quando proviamo noia, stanchezza, rabbia, delusione, solitudine è come se queste emozioni provocassero un vuoto dentro di noi che pensiamo di poter riempire mangiando. Con la conseguenza che all’emozione negativa si aggiunge anche il senso di colpa, immancabile nel momento in cui il boccone è passato dalla bocca all’esofago :)

Un mio mentore diceva che il senso di colpa se proprio te lo devi far venire, è meglio che te lo fai venire prima e non dopo. A posteriori quell’inquietudine non mi aiuta a cancellare quella vaschetta di gelato, mangiata in solitudine e voracemente, con la speranza di riempire quel buco.

Posso lavorare a priori e imparare a gestire quell’emozione negativa. Posso prendere quell’emozione  e lavorarci con le sottomodalità, così da abbassarne l’impatto emotivo e darmi modo di gestire la situazione con più calma.

Ricorrere al cibo per ogni occasione è un’abitudine e come tutte le abitudini può essere cambiata.

Posso prendere quell’emozione negativa, localizzarla dentro di me e immaginare di farla uscire dal mio corpo, rimpicciolirla, farla diventare una bolla colorata e profumata da riportare dentro di me e accorgermi che non dà più così fastidio come me ne dava prima… Posso prendere le immagini che quelle emozioni evocano e farne una fotina in bianco e nero sbiadita dal tempo da mettere a cinque metri di distanza da me, così da non riuscire più a coglierne il contenuto, tanto da non farmi più provare quella morsa allo stomaco..

Posso prepararmi al momento in cui l’emozione negativa si presenterà la prossima volta e mi porterà verso la cucina, pre-vedendo l’alternativa che vorrò adottare, cosa vorrò fare anziché mangiare, cosa vorrò dirmi, come vorrò motivarmi a perseguire questa nuova scelta… con chi ne potrò parlare, confrontarmi..  Immaginare il mio nuovo comportamento godendolo con ogni cellula del mio corpo,  facendomi un sacco di complimenti per essere riuscita a fare qualcosa di diverso, guardando il vantaggio che ne avrò adottando questo nuovo comportamento, sin da subito :)

Questo approccio è l’unico che ti permette di cambiare i dischi automatici che ti girano in testa, andando a lavorare con la tua mente inconscia, facendogli vedere cosa deve fare di alternativo e quanto figo sarà una volta acquisita la nuova abitudine

Questo è davvero un modo nuovo e straordinario per riacquistare quel corpo che è Giusto per te e se ti fa piacere possiamo fare questo viaggio insieme.

E ci sentiamo al prossimo post!

5 commenti a:
Settembre: il mese ideale

  1. martedì 11 settembre 2012 alle 21:00

    vorrei riportare qui il commento che ti ho scritto su FB perchè lo sento molto e mi fa piacere.

    “ho letto tutto, il post e anche la tua presentazione e mi è piaciuta molto. Quello che apprezzo di più è la tua semplicità e l’immediatezza nel dire le cose. Ti ho ritrovata e riconosciuta nelle tue parole. Quando scrivi: “è fattibile” rivedo te e rivedo Debora Conti in questa frase. La coerenza che vi contraddistingue è la vostra forza!!!! Avanti così collega!! ♥ ♥ ♥ ♥”

  2. mercoledì 12 settembre 2012 alle 12:05

    Franca sei una forza… non ci conosciamo ancora di persona, ma ti sto seguendo in questo percorso di Dimagrire Serenamente da un anno.. e i cambiamenti ci sono, non sono stati immediati, ma sono stati “fattibili” :-) e non solo riguardo all’approccio col cibo ma anche e soprattutto nella vita quotidiana.. W la PNL e W noi!! :-)

  3. giovedì 25 ottobre 2012 alle 13:02
    Maria Rita

    Carissima Franca,
    un po’ in ritardo (!), ma volevo dirti che sono contenta di leggerti in questo sito così interessante.
    E’ passato un anno da quando ci siamo conosciute e la mia vita si è arricchita. Ho capito che si possono cambiare le abitudini e comunque ho preso coscienza dei comportamenti che scelgo. E non è poco! a presto

    • giovedì 25 ottobre 2012 alle 20:01

      Ciao Maria Rita
      benvenuta anche qui!
      Bello leggere delle tue conquiste e dei tuoi cambiamenti da quando hai iniziato ad applicare quello che hai imparato nelle lezioni.. :-)
      Un abbraccione e arrivederci a presto

  4. giovedì 6 novembre 2014 alle 15:56
    Maria

    Articolo interessante, prenderò qualche spunto per me stessa, grazie!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

EKIS Srl - Via Cadoppi, 4 - 42124 Reggio Emilia - Tel. 0522.337.611 - Fax 0522.334.345 - www.ekis.it - info@ekis.it
Partita Iva 01882890351 - N. Reg. Impr. 13363/2000 - CCIAA 231797 RE