Benvenuto nel mondo del coaching
e dello sviluppo personale!

Crescere e migliorarsi rappresenta uno dei bisogni superiori che tutti noi sentiamo la necessità di soddisfare.

La nostra missione è aiutarti a farlo offrendoti i migliori strumenti e metodologie oggi disponibili.
Programmi relativi a comunicazione, leadership, vendita, motivazione, autostima e eccellenza,
benessere e salute, ipnosi, coaching,
tecniche di memoria e lettura rapida,
PNL (Programmazione Neuro Linguistica), e molto altro.
Da noi troverai energia, esperienza, competenza e professionalità, ma soprattutto, ciò che ci contraddistingue da sempre: la nostra passione.

Crediamo nel valore umano e nelle sue immense risorse e quindi… crediamo in te!

Life Coach: l’importanza del condizionamento

Scritto da Thomas Reichmann il 9 maggio 2012, in Life Coach
Delle scimmiette come Life Coach

Durante le mie ricerche da Life Coach, mi sono imbattuto in un esperimento fatto un po’ di tempo fa.

In una gabbia vengono messe 5 scimmie e una scala, in cima alla scala un casco di banane.

Appena una delle scimmie prova a salire sulla scale per raggiungere il cibo, parte una doccia d’acqua ghiacciata che bagna tutte le scimmie.

Le scimmie ripetono il tentativo varie volte, sempre con lo stesso esito, appena salgono sulla scala, parte la pioggia. Dopo un po’ smettono di provare a salire sulla scala.,. rinunciando al cibo.  A questo punto viene tolta una scimmia e sostituita con una nuova. Cosa farà la nuova scimmia? Se proverà a salire la scala, come si comportano le altre?

Bè, l’hanno aggredita impedendole di salire alla ricerca delle banane. Allora gli scienziati hanno sostituito un’altra scimmia, poi un’altra e un’altra ancora, finché tutte le scimmie presenti nella gabbia erano “nuove” rispetto a quelle iniziali.

Nonostante nessuna di queste scimmie abbia mia visto cadere una goccia d’acqua nessuna ha cercato di salire la scala per prendere le banane.

Questo è quello succede alle scimmie … e gli uomini come si comportano?

Quante volte agiamo in funzione di regole che non sono state decise da noi, che magari non sono state decise da nessuno, solo che diventano regole non scritte a cui tutti si attengono?

In una azienda dove ho lavorato, ho visto dei manager di livello intermedio che erano convinti che non potessero intervenire alle riunioni quando erano presenti i dirigenti. Avevano paura di essere ripresi. I dirigenti si lamentavano che i manager non erano propositivi

Se ci sentiamo obbligati a fare qualcosa chiediamoci chi lo ha deciso, soprattutto se è qualcosa che non funziona bene per noi.

Un trainer col quale ho lavorato racconta questa storia:

Una bambina osserva la mamma preparare l’arrosto, cercando di imparare da lei.

Osservando che la mamma taglia con un coltello ed elimina le due estremità del pezzo di carne, le chiede il motivo. Al che la madre perplessa le dice “Ho imparato da mia mamma a fare l’arrosto e lei l’ha sempre fatto così, chiediglielo!

Appena si presenta l’occasione la bambina chiede alla nonna il motivo per cui taglia l’arrosto in quel modo e la risposta che ottiene è che sua madre faceva così.

Ora essendo la bisnonna ancora viva e particolarmente lucida la bambina appena si presenta l’occasione le chiede perché tagliasse le estremità dell’arrosto prima di cuocerlo e lei rispose:

Avevo il forno molto piccolo e intero non ci stava!

Pensiamo a quante generazioni di arrosto sono state mutilate delle estremità e a cosa possiamo fare per evitare di cadere in condizionamenti non voluti o voluti da altri al fine di limitarci?

Facciamoci le domande giuste e troveremo delle risposte.

Se ci viene naturale fare qualcosa chiediamoci chi lo ha deciso, soprattutto se è qualcosa che non funziona bene per noi.

Prendiamo dei modelli positivi e consapevoli, cerchiamo sempre un’altra via , anche se quella che conosciamo oggi funziona, non è detto che domani funzioni ancora.

Allora meglio essere preparati!!!

10 commenti a:
Life Coach: l’importanza del condizionamento

  1. giovedì 10 maggio 2012 alle 12:10
    Elena L.

    Grazie Thomas! Offri nuovi punti di vista e spunti veramente interessanti! :-)

  2. giovedì 10 maggio 2012 alle 18:27
    Thomas

    Grazie a te Elena. Cerco sempre di in dare nulla per scontato e cerco di vedere le cose da più punti di vista diversi.

  3. giovedì 10 maggio 2012 alle 18:44
    Marco

    Vedo questo esperimento tutti i giorni, mi rendo conto di quanti limiti crea, e cerco di evitarlo quando riesco a ragionare “fuori dal gregge”. Ma come fare a essere sempre fuori dal gregge? E’ difficile, ma ripaga molto

    • venerdì 11 maggio 2012 alle 6:41
      thomas

      marco, stai facendo un ottimo lavoro, a essere “sempre” fuori dal gregge si rischia di essere chiusi nella direzione opposta, su ciò che è importante per noi è giusto mettersi nella condizione migliore, farci condizionare il meno possibile o accorgersi di essere condizionati e agire di conseguenza, questi sono già ottimi risultati-

  4. domenica 13 maggio 2012 alle 19:57

    Grande Thomas!

    Mi hai ricordato la storiella dell’arrosto che non sentivo da vent’anni… Ma l’odore di bruciato è ancora vivo da allora :-)

    Un abbraccio.

    • martedì 15 maggio 2012 alle 10:55
      thomas

      l’arrosto della nonna ha un odore inconfondibile…

  5. martedì 15 maggio 2012 alle 10:03

    Ke bello questo articolo…

    Mi piace da matti quando dall’esperienza REALE e dagli ANEDDOTI, si trovano soluzioni.. strategie… punti di vista nuovi…

    Credo sia questo l’essenza del coaching, partire dal REALE, dall’OGGI trendone spunti positivi e strumenti di crescita… per poi applicarli nuovamente alla VITA REALE…

    Non c’è nulla di astratto… ma CONCRETEZZA ALLO STATO PURO!!!

    Molto molto bello Thomas!!

    Ps: entrambe le storie me le sono già giocate e rigiocate ;-)

    • martedì 15 maggio 2012 alle 10:53
      thomas

      grazie Giuse, è sempre bello ricevere complimenti sul proporio lavoro. Giocatele bene che ne stanno arrivando altre ;-)

  6. Pingback: L’IMPORTANZA DEL CORPO – Il Coaching per riscoprirlo! | Ekis Coaching

  7. Pingback: Fatti trasportare dall’onda! Il coaching per seguire il ritmo del tuo corpo! | Ekis Coaching

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

EKIS Srl - Via Cadoppi, 4 - 42124 Reggio Emilia - Tel. 0522.337.611 - Fax 0522.334.345 - www.ekis.it - info@ekis.it
Partita Iva 01882890351 - N. Reg. Impr. 13363/2000 - CCIAA 231797 RE