Benvenuto nel mondo del coaching
e dello sviluppo personale!

Crescere e migliorarsi rappresenta uno dei bisogni superiori che tutti noi sentiamo la necessità di soddisfare.

La nostra missione è aiutarti a farlo offrendoti i migliori strumenti e metodologie oggi disponibili.
Programmi relativi a comunicazione, leadership, vendita, motivazione, autostima e eccellenza,
benessere e salute, ipnosi, coaching,
tecniche di memoria e lettura rapida,
PNL (Programmazione Neuro Linguistica), e molto altro.
Da noi troverai energia, esperienza, competenza e professionalità, ma soprattutto, ciò che ci contraddistingue da sempre: la nostra passione.

Crediamo nel valore umano e nelle sue immense risorse e quindi… crediamo in te!

Una Life Coach a Colazione da Tiffany

Scritto da Cristina Covili il 7 novembre 2012, in Life Coach
Life Coach da Tiffany

Non so a te, ma a me è sempre piaciuto fermarmi davanti alle vetrine briluccicose, specialmente quelle in cui erano esposte pietre dalle luci e colori magici, dalle forme armoniche, e delicate. Sono una Life Coach, sono attratta dai particolari :D .

Nelle ultime settimane è entrata a far parte della mia vita e di quella della mia famiglia una pietra veramente preziosa, un gioiello di valore inestimabile, la nostra Tiffany.

In un giorno torrido ed assolato di agosto, mio marito, le due figlie più piccole ed io, siamo andate al nostro canile municipale a portare un po’ di cibo, non eravamo consapevoli che quello sarebbe stato l’inizio di una stupenda avventura…

Anziché fermarci nel primo cortile e consegnare solo il cibo siamo entrati all’interno.

Subito ci ha accolto l’abbaiare, e tutti quei musini, quegli occhi, quei cuori, quelle energie che non desiderano altro che amore, affetto, contatto.

La sensazione è stata devastante, acuta sofferenza, cuore stretto, e le lacrime che silenziose e apparentemente inutili hanno fatto la loro comparsa.

Desideravo solo fuggire, non vedere, non sentire, pensavo “ma perché sono venuta qui, anziché stare al mare???”

La sofferenza, mi sono sempre chiesta che senso ha, perché dobbiamo soffrire?

E mentre stavo lì ed ascoltavo quello che succedeva dentro di me, ho pensato che tutte le emozioni che proviamo hanno un’utilità, non sono da evitare,  ma devono essere ascoltate e trasformate in qualcosa di estremamente utile.

La sofferenza ti dice che c’è qualcosa che non va, ti dà un segnale a volte forte, se la trasformiamo non in immobile tristezza ma in forte determinazione, in voglia di fare, nel cercare e trovare soluzioni intelligenti, allora ecco che diventa una cosa fantastica, un motore potente.

Ho sempre pensato che gli esseri umani siano in questo pianeta per crescere, imparare, evolversi, e non è certo evitando le cose che ci spaventano o possono creare impegni, rintanandosi nella nostra zona di comfort che potremo fare quello per cui siamo qui, quello per cui essere qui ha un senso.

Non dico certo di attraversare la strada ad occhi chiusi, ma neanche di restare sempre sul ciglio per paura di finire sotto una macchina.

Quindi tenuto un consiglio di amministrazione, abbiamo deciso di prenderci un attimo di pausa, un giorno per riflettere su come far diventare la nostra sofferenza un motore potente.

Come potete immaginare è stato un giorno intenso…

Presa la decisione di adottare un cucciolo, ci siamo trovati davanti al secondo ostacolo, quale dei tanti? Prendere uno significa lasciare gli altri.

Ancora una volta, ecco il potere di decidere di pensare una cosa piuttosto che un’altra:

  • Il potere di decidere quello che vuoi pensare.

Allora abbiamo fatto questo tipo di pensiero: prenderne uno significa renderne uno felice, guardare a quello che hai, a quello che fai, non a quello che manca.

Che regola d’oro, la sera quando ci prepariamo al sonno, pensare a tutte le cose belle che abbiamo fatto, a come siamo stati bravi, e non a quelle che non abbiamo fatto, a quello che manca. Abbiamo sempre tanto, se solo a volte decidessimo di vederlo.

Passando davanti alle gabbie, mia figlia la più piccola ha notato una cucciola che non veniva a fare festa, ma se ne stava rintanata sotto una panca, non alzava neanche il musino, tanto era spaventata, ti guardava da sotto in su ma solo per qualche breve istante, mi ha detto

  • Mamma se non la prendiamo noi resterà qui, non fa le feste, non si fa notare”

Mio marito sperava più in un cucciolo sereno e non era molto d’accordo, e mia figlia capiva che ci sarebbero stati problemi, e non voleva creare troppi disagi.

Da persona razionale, anche io pensavo che forse sarebbe stato meglio fare un’altra scelta, ma dentro sentivo che quell’esserino aveva bisogno di aiuto. Ho detto a mia figlia

  • “Se sei decisa ad impegnarti, se avrai cura di lei, prendi la decisione che ti sembra più giusta, lotta sempre per quello in cui credi, ascolta questa parte di te”

Quando una ragazzina decide di prendere un impegno, di affrontare le responsabilità che questa decisione comporta, il ruolo dei genitori, secondo me, è di supportarla, perché penso che sia il modo migliore per aiutare i figli a crescere in tutti gli aspetti che noi esseri umani presentiamo. Corpo, mente, cuore.

Ci sarebbe ancora tantissimo da raccontare, ma vi dico solo che adesso Tiffany è con noi, e anche un’altra deliziosa cucciola che abbiamo chiamato Biba.

Tiffany veniva da esperienze molto dolorose, e nessuno si era accorto che era malata, e mentre ci occupavamo di lei, subito ci ha restituito con gli interessi tutto l’impegno che ci stavamo mettendo.

Abbiamo sperimentato l’unione forte fra di noi, il lavoro potente di una squadra affiatata, la capacità di apprezzare ogni piccolo passo, ogni piccolo risultato, la soddisfazione di trovare le soluzioni migliori, la serenità si sapere che stavamo facendo il massimo.

LA POTENZA DELL’AMORE, questa energia che può veramente arrivare dappertutto.

Ho scoperto cose di me, che non conoscevo, e anche cose della mia famiglia che non conoscevo.

Ecco il nostro gioiello Tiffany.

La capacità di amare, in modo autentico, senza aspettare nessun ritorno, che spesso nascondiamo dietro alla paura di quello che potrebbe succedere se ci lasciamo troppo andare, se non stiamo sufficientemente in guardia, è la cosa migliore che possiamo sviluppare ogni giorno, in ogni occasione, per crescere, e non solo per gli altri, ma soprattutto per noi stessi.”

“L’amore si scopre soltanto amando”

A presto.

2 commenti a:
Una Life Coach a Colazione da Tiffany

  1. mercoledì 7 novembre 2012 alle 14:57
    Federico Villani

    ..e Brava Cri..con due nuovi gioielli in casa…chissà quanto fanno rimbalzare ed aumentare la luce dell’energia che già c’era a casa vostra…un abbraccio,Fede

  2. giovedì 8 novembre 2012 alle 8:01

    grazie Fede, so che sei un esperto, un attento conoscitore dell’ENERGIA, si sente anche solo standoti vicino:-).Si è vero, quando fai spazio nella tua vita ad altri, aumenta (inspiegabilmente?!) lo spazio per te stesso, ti muovi più agilmente, e l’energia Aumenta AUMenta AUMENTA…..

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

EKIS Srl - Via Cadoppi, 4 - 42124 Reggio Emilia - Tel. 0522.337.611 - Fax 0522.334.345 - www.ekis.it - info@ekis.it
Partita Iva 01882890351 - N. Reg. Impr. 13363/2000 - CCIAA 231797 RE